Redhairontheroad

Lifestyle Blog
Beauty Collaborazioni Review

The natural makeup revolution by Artdeco

Nonostante sia da poco arrivata nelle mie mani la nuova collezione autunno/inverno di Artdeco oggi voglio mostrarvi una collezione che mi è arrivata quest’estate e che ho utilizzato con piacere.

The natural makeup revolution, questo il nome della collezione, presenta tanti prodotti e tutti sui toni del nude.
Io ho ricevuto:

Il primer occhi è il prodotto che mi ha colpito, chi mi segue da tempo lo ricorderà, purtroppo spesso i primer occhi mi fanno allergia quindi trovare un prodotto che fa bene il suo lavoro e non mi provoca problemi per è molto importante.
Leviga benissimo la palpebra e rendere i colori applicati sopra molto più vividi e duraturi.

Il luminous skin stick è un prodotto molto carino, questo illuminate in stick è facilissimo da sfumare e dona un tocco di luminosità leggero e delicato ma allo stesso tempo visibile, io preferisco non applicarlo sopra la cipria ma sotto, ed è per questo che quando utilizzo questo prodotto scelgo ciprie trasparenti.
L’ho utilizzato non solo come illuminate ma anche come ombretto  e mi è capitato di applicarlo sulle labbra sia da solo che sopra altri prodotti ottenendo un bellissimo risultato.

L’ultimo prodotto è il multi stick nella colorazione n.50, questo prodotto è davvero versatile, il brand consiglia si utilizzarlo sia sul viso che sulle labbra.
Le tonalità sono 6 e possono essere applicate come ombretto, rossetto, illuminante (non nella tonalità che possiedo io), blush, bronzer, stick per contouring e come correttore

Il colore che ho ricevuto io è scuro per la mia carnagione e non posso quindi utilizzarlo in tutti i modi consigliati, l’ho utilizzato principalmente come bronzer e talvolta per creare degli effetti sulle labbra.
Sono curiosa di provare in futuro altre tonalità così da sfruttarlo anche in altri modi.

Voi avete provato qualcuno di questi prodotti? Quale vi colpisce di più?
Fatemelo sapere nei commenti, un bacio ragazze e ragazzi, ci leggiamo al prossimo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *